La carne di agnello, un’eccellente fonte di proteine

Secondo quanto riportano vari studi scientifici, sono diversi i possibili benefici per la salute umana che possono derivare dal consumo di carne d’agnello. Tanto per iniziare, va sottolineato che le proteine contenute nell’agnello sono molte (20 g ogni 100 grammi di carne) e di alto valore biologico. La carne di agnello è inoltre magra e poco calorica (100 grammi di carne cruda apportano circa 100 Calorie e contengono 2,5 g di lipidi).

Questa carne è inoltre una buona fonte di ferro, minerale indispensabile per il trasporto dell’ossigeno a tutti gli organi e tessuti dell’organismo (il ferro contenuto nella carne di agnello ha inoltre la caratteristica di venire assorbito facilmente dall’organismo umano). Oltre al ferro l’agnello contiene anche altri minerali tra cui lo zinco, minerale essenziale per la crescita dei tessuti e per lo sviluppo sessuale, oltre che importante nei processi di rigenerazione dei tessuti lesi, e il potassio, importante per il corretto funzionamento dei muscoli e del cuore e per la trasmissione degli impulsi nervosi. Le proteine “nobili” e l’alta presenza di ferro e altri minerali fanno sì che l’agnello sia un alimento particolarmente adatto in modo particolare ai bambini in fase di svezzamento.

Come altri tipi di carne è una buona fonte di purine, sostanze coinvolte nell’insorgenza di disturbi come gotta o calcoli renali: il consumo di questa carne è dunque sconsigliato ai soggetti affetti da queste patologie.

Pubblicato in News